Campane Tibetane Armoniche e 7 Metalli

Nella antichità i maestri usavano un linguaggio simbolico.

Sette metalli è, nel linguaggio simbolico, la rappresentazione delle forme in cui si manifesta l’energia nella Natura.

L’Universo è una manifestazione di 7 Energie.

Che qualcosa sia di “7 metalli” o rimandi ai 7 archetipi che simbolizzano la rappresentazione delle qualità dell’energia significa che contiene la informazione che comprende la totalità delle forme della manifestazione. Ogni sistema completo contiene queste 7 caratteristiche. Questa conoscenza proviene dall’Alchimia.

In una campana tibetana, questa informazione è data dai suoni.

Le ciotole producono un suono fondamentale e la serie di armonici che corrispondono a questa frequenza.

Qualsiasi sia la frequenza fondamentale, la ciotola contiene tutti gli armonici che corrispondono a quella frequenza, che non necessariamente corrisponde ad una nota musicale della scala utilizzata in occidente.

I suoni armonici danno origine alla manifestazione della forma nel mondo materiale e ogni armonico genera una informazione di ordine, creando una forma differente, come si può notare dalle scoperte di Albert Rabenstein.

In Alchimia ciò significa che questi suoni contengono la chiave della totalità del mondo manifestato. In una sola ciotola armonica abbiamo l’informazione della totalità del sistema.

Da notare che non tutte le campane tibetane che esistono sono ben accordate in questa scala armonica.

Se leggiamo la frase “le ciotole sono fatte di 7 metalli” partendo dalla nostra conoscenza attuale, facciamo una lettura letterale pensando che ci stanno parlando di una lega.

Se facciamo una analisi morfologica delle ciotole antiche possiamo trovare una varietà molto grande di materiali.

Basti pensare che 4000 anni fa la chimica come la conosciamo noi oggi non esisteva.

Lavorare con i suoni delle ciotole armoniche è una chiave per connetterci con l’Armonia dell’Universo.